Fin dove possibile, i processi di rettifica dovrebbero sempre avvenire con un raffreddamento adeguato. Rispetto alla rettifica a secco, la rettifica a umido migliora considerevolmente la durata tra due riprofilature della mola e si riduce drasticamente il rischio di danni termici del pezzo lavorato. Inoltre, la rettifica con raffreddamento permette di ottenere un rendimento maggiore a livello di asportazione di materiale, cosa che in pratica determina la redditività di un'operazione di rettifica. L'impiego di olio puro da rettifica come refrigerante dà ottimi risultati soprattutto se si usano utensili abrasivi in CBN. Rispetto ad altri refrigeranti, la durata tra due riprofilature risulta addirittura triplicata.

Per ottenere un raffreddamento efficace nel processo di rettifica è importante posizionare e orientare correttamente l'ugello e impostare adeguatamente la pressione del refrigerante.

Il getto del refrigerante dovrebbe quindi essere orientato sulla mola con un a ngolo di 20°, il più possibile vicino alla zon a di contatto.

Posizionamento dell 'ugello


L'imbo ccatura dell'ugello dovrebbe essere a spigoli vivi non danneggiati e davere una larghezza leggermente superiore a quella della fascia abrasiva (per e sempio, mola da 10 mm / ugello largo 11 mm).

Per garantire l'efficacia del raffreddamento, la velocità d 'uscita del refrigerante dall'ugello dovrebbe possibilmente essere uguale alla velocità periferica (Vs). La pressione necessaria per il refrigerante (pk) è riportata nella tabella riportata qui sotto:

Velocità della mola (Vs) e pressione necessaria del refrigerante (pk) nell'ugello raffreddamento pk

 


Events

Intro Image

Turning Days Süd

Quest'anno saremo ancora presenti al salone Turning Days Süd 2017 che si terrà dal 14 al 17 Febbraio a Stoccarda.